Cariseto

dialetto carisèjo – Frazione del Comune di Cerignale. Nel Codice diplomatico Bobbiese il toponimo si incontra ai seguenti anni: 972, Carexeto; 1143, Cariseto; 1191, Carexeto. Nel Registrum Magnum del Comune di Piacenza: 1180, Carezeto; 1182, Carexeto; 1189, Carezeto. Nell’Archivio parrocchiale del Duomo di Bobbio all’anno 1591, Cariseto. Avevo pensato, leggendo”Castelli e rocche del Piacentino” di Nasalli Rocca che Cariseto lo si dovesse ricondurre a castrum ricetum o a qualche cosa di simile. Nel Registrum Magnum citato avevo trovato spesso “ricetum e rizetum”. Il “ricetum” era il cortile interno di un “castrum”, era l’ultimo rifugio per un paese assalito.
E Cariseto fu un castro che ebbe perfino dei propri Statuti rintracciati a Parma e dadati dal 1400. Il Castro era famoso, ancora oggi corre sulle bocche delle popolazioni vicine una frase che alcuni interpretano di scherno, altri di timore:«Giüstissia de Carizè(i)o = giustizia di Cariseto». Poi rileggendo nell’Enciclopedia Treccani, alla voce – Toponomastica che dal VI al XIII sec. da nomi botanici si formano toponimi con desinenza in –eto e constatando che moltissimi toponimi nella valle si trovano in queste condizioni, dovetti ricredermi. Cariseto deriva da “carex” = carice, sotton, il cui nome vanno in gran numero piante acquatiche e palustri. La loro presenza da una fisionomia caratteristica al paesaggio, perciò è facile trovarle in toponimi (Vedi: Trattato di Botanica a cura di G.Gola – G.Negri – C.Cappelletti – Utet , Torino 1940 – XVIII, pag 925). Nomi di luogo da ravvicinare al nostro devono essere : Carisasca, nel comune di Cerignale e Calice nel Comune di (cercare)

cariseto.jpg

Leave a Reply

Your email address will not be published.