Zerba

Untitled document

Dagli appunti del professor E. Mandelli: Zerba. In Storia Ecclesistica Diocesana di Bobbio – Parte II, fasc.I, pag.41 si legge: Più che Zerba, mano mano che si risale si trova Gerba e Gabanum. Non abbiamo avuto modo di trovar documenti comprovanti l’una e l’altra trascrizione. Sarebbe interessante vedere quale delle due è la più antica o se esistessero contemporaneamente. "Germa lo intenderemmo come "herbida" sottointendendo un "loca".Anche in sede bobbiese "Herbidis ha dato "Zerbi" nome proprio di località e nome comune di luoghi erbosi, incolti, con radi cespugli. Vi si mandano le pecore a pascolare. Per altri derivati da "herbidus", vedi il Dizionario Topomomastico Lombardo di D.Olivieri sotto voce; Zerbo (MI), Gerbo (VA), Zerbo (CO) sembrano tutti risalenti a un etimo dialettale "zerb", terreno incolto, sodaglia. Nella "Storia della città di Piacenza" Tomo III del Poggiali all’anno 1164 è citata una Carta d’investitura esistente nelle Antichità Estensi, Fedrico Barbarossa toglie ai Piacentini per darle ai Malaspina molte terre in Val Trebbia e tra l’altro anche "Zerbanum" che per la vicinanza con altri toponimi va identificato con la nostra "Zerba". 

zerba.jpg

Leave a Reply

Your email address will not be published.