1934/12/20 – Inaugurazione del Pensionato Femminile “Beato Gianelli”

Da La Trebbia del 20 Dicembre 1934

Appena sulla fine dello scorso anno, la caserma dei RR.CC. si è trasferita da Piazza S. Colombano in via Roma nella sua nuova magnifica sede, le RR. Suore Gianelline hanno fatto iniziare i lavori nell’ex , da loro acquistata, per ridurla, adattarla per un pensionato femminile.
I lavori hanno preceduto con celerità tutta la testè decorsa estate: riattamenti, riabellimenti, rifacimenti. Si è costruita ex novo un’ala a ponente con a terreno il teatrino e superiormente la Cappella del Culto.
L’ingresso è dignitoso, accogliente: un vasto salone conduce alla Cappella, tutta piena di luce, vasta, tutta candore e misticismo.
Qui S.E. Mons. Matteo Pellegrino, accompagnato dal R. Capitolo della Cattedrale, domenica scorsa, 9 corr. alle ore 15, indossati i sacri paramenti, ha compiuto il solenne rito della Benedizione della Cappella e di tutto il fabbricato.
Un piccolo gruppo di Collegiali ha accompagnato la cerimonia con canti liturgici bene eseguiti, con accompagnamento di armonium.
Una delicata atmosfera paradisiaca avvolgeva collo stuolo delle 40 alunne, tutta la schiera degli invitati quando S. E. chiudeva la cerimonia colla Benedizione Eucaristica.
Finita la Funzione religiosa, ebbe luogo nel teatrino un ricevimento, durante il quale le alunne, a mezzo della signorina Caterina Poggi, hanno rivolto alle Autorità intervenute un bellissimo indirizzo di saluto e di omaggio.
Il R.mo Canonico Prof. Giuseppe Monteverde, interpretando il sentimento di tutti i presenti, in una magnifica rievocazione delle ultime vicende degli studi medi in Bobbio, elevò un incondizionato elogio e ringraziamento sincero all’azione tenace, viva, fascista del Podestà Cav. Renati che non risparmiò mezzi, coadiuvò tutte le iniziative perché nella nostra Città non si spegnesse la fiaccola degli studi ed a Val Trebbia fosse ridato con il ritorno delle Scuole Magistrali un po’ del suo antico splendore nel campo del sapere.
Chiuse la festa indimenticabile S. E. Mons. Matteo Pellegrino, nostro Vescovo col raccomandare alle gentili ospiti del Pensionato amore allo studio ed alla preghiera, ordine e disciplina nella vita, accennando che questi stessi locali fino a ieri accoglienti la caserma dei RR. CC., sono testimoni dell’ordine e della disciplina, superbe virtù della “Benemerita”.
Augurando bene per il domani delle studentesse che sono chiamate ad un’alta missione sociale, invoca per tutti le benedizioni del Cielo.
Gli applausi che avevano coronato gli altri discorsi si rinnovano sempre più vivi e passionali all’indirizzo del nostro amatissimo Superiore.
La visita ai locali fatta da tutti i partecipanti alla cerimonia ha rilevato in ogni ambiente, in ogni reparto, ordine, perfezione, razionalità nei servizi.
Alla Madre Superiora sono state rivolte da tutti parole meritate di compiacimento, di lode, di augurio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.